Significato del termine "vegano"




Significato del termine "vegano"

Iniziamo con il dire che il veganismo è uno stile di vita a tutti gli effetti.
Si definiscono "vegane" le persone che, in modo del tutto consapevole, hanno rinunciato a mangiare, indossare o adoperare qualsiasi prodotto derivante da animali; hanno escluso dalla loro alimentazione carne, pesce, uova,
latte ,formaggi e miele.
Anche l'abbigliamento è privo di tessuti di origine animale, come  lana, seta e  cuoio.
In sintesi: il veganismo esclude qualsiasi tipo di sfruttamento animale.

Il veganismo nacque nel 1944 da Donald Watson.
Watson apparteneva al movimento vegetariano inglese, dal quale sentì l'esigenza di distaccarsi.
In lui nacque il bisogno di escludere dalla dieta vegetariana latte, formaggi e  uova.
Gli altri membri del gruppo non condivisero il suo pensiero, tanto da rifiutarsi di adottare il nuovo stile alimentare.
Fu così che nacque la "Vegan Society" a Londra.
Inizialmente gli iscritti alla "Vegan Society" furono 25, oggi sono stimati oltre 5 mila.

Una curiosità :
non trovarono subito un nome per questo nuovo movimento, difatti inizialmente si chiamarono "vegetariani  non consumatori di latticini".
Watson chiese aiuto ai suoi iscritti per trovare un termine adatto, ma dopo i più fantasiosi e stravaganti termini decise di prendere le prime tre lettere e le ultime due della parola " vegetarian": VEGAN.

Approcciarsi alla  cucina vegana non è così difficile come può sembrare, con pochi accorgimenti  possiamo creare ricette nuove, salutari e golose.
La scoperta di questo mondo, è stata per me entusiasmante, e ancora lo è.
Se hai voglia di sperimentare tra i fornelli, scuriosa tranquillamente tra le ricette, sono certa che le troverai semplici e veloci.